Villabate

Eracle di Emma Dante, eroe al femminile

Eracle, vincitore di tutte le battaglie, è una donna determinata e inquieta, facile all'ira e urlante nella sua armatura. Il testo di Euripide ha debuttato il 10 maggio a Siracusa per il 54° ciclo di spettacoli classici, per la regia di Emma Dante. Molta attesa per questo Eracle che vede in scena solo donne che recitano ruoli maschili. Attrici virilizzate, nei modi, nei toni, nelle urla. La città è di marmo, è un cimitero bianco, nella suggestiva scena di Carmine Maringola, il cimitero di un qualunque paese siciliano. I costumi di Vanessa Sannino sono di bell'effetto, tendono al monocromatismo nero, ma non mancano i merletti e i tessuti fuxia. Brava, efficace, applauditissima Serena Barone, nella parte di Anfitrione, padre di Eracle. E Mariagiulia Colace interpreta l'eroe che torna dall'Ade, con l'armatura lucente, con un incedere quasi convulso e spasmodico, dai gesti e i toni sempre fuori dalle righe. Naike Anna Silipo è Megara, unica donna che recita una madre.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie